Archive for marzo 2013

L’IMPORTANZA DEL SORRISO!!

L’IMPORTANZA DEL SORRISO!!

Al primo impatto è il sorriso che colpisce di più!!

 Un sondaggio effettuato tra adulti statunitensi ha rilevato che un sorriso attraente ha l’impatto più grande su una prima impressione positiva, sul lavoro o in una relazione personale. Almeno la metà dei partecipanti ha valutato di più il sorriso di una persona rispetto a cosa la persona stessa aveva detto o indossava.

Lo studio ha coinvolto un campione rappresentativo di 1.018 uomini e donne dai 18 anni in su.
I ricercatori hanno dedotto, dai risultati dell’indagine sull’intera popolazione, che un sorriso è la caratteristica più memorabile quando si incontra qualcuno (per il 48% dei cittadini statunitensi). Sembra essere più importante anche della prima cosa che una persona dice (per il 25%), o di cosa lui o lei stia indossando (9%), o dell’odore di lui/lei (8%).
Tre adulti su quattro pensano che un sorriso poco attraente possa ridurre le possibilità di una persona di fare carriera. Per quanto riguarda l’età, il sondaggio ha rivelato che le persone dai 50 anni in su (52%) sono più propensi a ricordare un sorriso quando introdotti ad un’altra persona per la prima volta, rispetto a quelli dai 18 ai 49 anni (45%).
Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che le persone con denti storti o macchiati sono percepite dai cittadini statunitensi come meno attraenti – da un 37% – e come meno sicuri di sé dal 25%. Le donne, in particolare (40%), trovano un sorriso imperfetto meno attraente, mentre solo il 35% degli uomini ha riferito la stessa impressione., nonché sui social media.

 

More

WI-FI gratuita in studio!!

WI-FI gratuita in studio!!

CONNESSIONE  WI FI  GRATUITA  PER I  PAZIENTI  DELLO  STUDIO

 

 

La  sala d’attesa è stata progettata proprio per fornire ai nostri pazienti un ambiente accogliente e rilassante pertanto in aggiunta alle riviste,al quotidiano locale e alla TV,

si è pensato di fornire una connessione wi-fi gratuita comprensiva di un nostro tablet con la quale i pazienti potranno liberamente navigare in internet.In alternativa è possibile utilizzare il proprio smartphone,tablet,o cellulare digitando la password indicata nel cartello informativo presente in sala.

 

New dental

More

LO XILITOLO AIUTA A PREVENIRE LA CARIE !!

LO XILITOLO AIUTA A PREVENIRE LA CARIE !!

Lo xilitolo

Lo xilitolo fa risparmiare sulla cura dentale!
Curare una carie non sempre costa poco e, se non presa in tempo, potrebbe portare a un ascesso dentario, grazie allo xilitolo si può però prevenire la carie risparmiando di conseguenza sulla spesa del dentista.

Nel corso di uno studio nato dalla collaborazione tra due università, quella di Sassari e quella di Milano, si è scoperto che le persone che masticano gomme allo xilitolo per 5 volte al giorno hanno un rischio di nuove carie ai denti più basso dell’80 per cento.

Si sente spesso parlare di xilitolo, soprattutto nelle gomme da masticare, ma pochi sanno da dove deriva . Lo xilitolo è una sostanza naturale presente nelle fibre vegetali e nella frutta nonché in vari alberi dal legno duro come la betulla. Lo xilitolo ha il medesimo aspetto e sapore dello zucchero ed è per questo che in alcuni casi viene utilizzato come suo surrogato, queste sono però le uniche somiglianze delle due sostanze. A differenza dello zucchero, le cui conseguenze sulla salute dei denti sono note a tutti, lo xilitolo ha molteplici effetti protettivi. (non contribuisce alla proliferazione dei batteri del cavo orale e ha un’azione protettiva contro gli streptococchi del gruppo mutans, batteri collegati allo sviluppo della carie).

La carie dentale è, sopratutto nei paesi ad alto reddito, la malattia cronica più frequente. Già a 4 anni, quando ci sono ancora i denti da latte, circa 1 bambino su 5 ha problemi di carie e a 12 anni il problema interessa ben il 44 per cento dei bambini. Guglielmo Campus, primo autore dello studio, spiega che i risultati della ricerca sono frutto di un’indagine condotta su 204 bambini, reclutati nelle scuole elementari di Sassari, con un età compresa fra i 7 e i 9 anni. I bambini non sono stati scelti a caso, quelli selezionati presentavano nel cavo orale un’elevata concentrazione di mutans streptococchi; una situazione che aumenta il rischio di carie dentale.

I bambini sono stati suddivisi in due gruppi in base al tipo di gomma da masticare che gli è stata somministrata: con lo xilitolo e senza xilitolo (entrambe le gomme erano comunque senza zucchero). Oltre all’uso della gomma da masticare i bambini dovevano ovviamente continuare a seguire le pratiche fondamentali di igiene orale (l’uso dello spazzolino e del dentifricio dopo i pasti principali) . La somministrazione controllata di gomme da masticare è durata 6 mesi.

Al termine del periodo di somministrazione controllata i bambini che avevano masticato gomme allo xilitolo avevano nel cavo orale una concentrazione più bassa di streptococchi e una minore placca batterica (un aggregato di germi che promuovono e sostengono le comuni patologie orali: carie e parodontopatie). Trascorsi i primi sei mesi i piccoli dovevano seguire le normali azioni di igiene orale senza altre particolari indicazioni. Dopo due anni dall’inizio dell’esperimento tutti i bambini sono stati poi richiamati per una visita di controllo.

presentavano delle situazioni diverse. Per valutare i risultati i ricercatori hanno classificato con delle sigle la gravità delle lesioni ai denti: con D1 e D2 hanno classificato le carie che interessavano solo lo smalto (carie dello smalto) mentre con D3 I bambini, partiti da una condizione del cavo orale identica, alla visita di controllo finale quelle che interessavano anche la dentina (lesioni cariose). Ben il 16,66 per cento dei bambini che non avevano masticato gomme allo xilitolo avevano nuove carie dello smalto, la percentuale era molto più bassa, solo il 2,86 per cento, in quelli che avevano masticato per sei mesi le gomme allo xilitolo. Anche per quanto riguarda le lesioni cariose le gomme allo xilitolo hanno limitato i danni, in questo caso solo l’1,43 per cento dei casi contro il 10,26 per cento del gruppo di controllo.

Nella maggior parte dei casi le carie che si hanno da adulti sono una conseguenza di quelle subite da giovani, è quindi molto importante curare l’igiene orale fin dai primi denti da latte. Alla luce dei risultati di questo nuovo studio le gomme allo xilitolo sono un’efficace e poco costoso strumento di prevenzione della carie, un’arma che dovrebbe essere presa in considerazione dalle autorità competenti.

Fonte: Universonline.it

 

                       

More

LE AFTE !

Le Afte !

Viene definita afta una dolorosa ulcera all’interno della cavità orale causata da una rottura della mucosa. Le ulcere aftose sono il tipo di lesione più comune della mucosa orale, con una prevalenza fino al 10% nella popolazione generale, ed anche più comune tra i bambini. Tra i fattori che aumentano la possibilità di formazione delle ulcere si annoverano il contatto della mucosa orale con oggetti sporchi (come ad esempio il mordere una matita o una penna) o il contatto labiale con animali domestici, lo stress, l’affaticamento fisico e mentale, alcune malattie, le ferite causate dal mordersi accidentalmente la mucosa (il che aumenta l’ipotesi di un’infezione batterica), cambi ormonali, mestruazioni, allergie a determinati cibi e insufficienze di vitamina B12, ferro o acido folico.

Nel 1982 un batterio fino ad allora sconosciuto, l’Helicobacter pylori, fu scoperto come la causa dell’ulcera gastrica. Fu ipotizzato che le ulcere orali potessero essere in qualche modo correlate alla presenza di determinati batteri, ma non fu mai isolato alcun organismo specifico che fosse in qualche modo responsabile.

C’è una correlazione con le afte anche da parte di altri disordini, tra cui la leucoplachia, il mughetto, le gengivostomatiti e il lichen planus. Le ulcere trovano correlazione anche con colite ulcerosa, la malattia di Crohn, pemfigoide bolloso e Sindrome di Behçet. Alcune cure invasive come la chemioterapia provocano afte come effetto collaterale.

Come si manifestano le afte?

Le afte spesso iniziano con una sensazione di bruciore o pizzicore sulla zona della futura afta. Entro qualche giorno, essa svilupperà un’area rossa o una bolla, che precedono una piccola ulcera aperta.

Essa appare come un’apertura di forma ovale o, a volte, affusolata e colore bianco-giallastro, circondata da un anello rosso e infiammato, che nella maggioranza dei casi ha un diametro di circa 3-4 mm, ma può superare 1 cm, nei casi più gravi, o anche essere grande meno di 1 millimetro; inoltre causa un dolore molto forte. Se ne può avere più di una.

La formazione chiara all’interno del cerchio di mucosa infiammata è dovuto alla formazione di strati di fibrina, una proteina coinvolta nella coagulazione del sangue. L’ulcera, che di per sé è estremamente dolorosa se toccata o strofinata, può essere accompagnata dal rigonfiamento (e conseguentemente dall’infiammazione) dei linfonodi sotto la mandibola, il che porta a confondere l’afta per il mal di denti.

La gran parte delle ulcere possono decorrere da 1 a 4 settimane, e possono causare un dolore circoscritto e molto intenso per l’intera durata del processo di guarigione, oltre a un senso di spossatezza e malessere come se si avesse la febbre. Talvolta può rimanere un alone rosato o un segno per diverse settimane dopo la scomparsa dell’afta.

Le ulcere si presentano a livello della mucosa orale, in particolar modo della bocca, della lingua, delle labbra e delle pieghe muco-labiali e muco-boccali, mentre sono rare al palato duro e alla gengiva

.

Prevenzione

Per prevenire la comparsa delle afte è possibile effettuare una piccola, ma utile prevenzione. Le afte sono spesso causate da stress o disfunzioni del sistema immunitario, una percentuale bassa di globuli bianchi ad esempio aiuta queste infezioni orali a manifestarsi, quindi sono consigliati ritmi di vita poco stressanti, una dieta appropriata, spesso anche una buona igiene orale aiuta a prevenire la comparsa delle infezioni orali.

New dental srl

More

L’ORTOPANTOMOGRAFIA DIGITALE!!

                     LA RADIOGRAFIA PANORAMICA DIGITALE !!

L’ortopantomografia (radiografia panoramica delle arcate dentarie) è una tecnica radiografica che fornisce un’immagine dei denti, delle arcate dentarie, delle ossa mandibolari e mascellari, dei seni mascellari su un’unica pellicola radiografica. Nello studio odontoiatrico è indispensabile sia come strumento di diagnosi che di verifica, per questo il nostro studio si è dotato dell’ortopantomografo e in particolar modo di quello digitale in quanto presenta innumerevoli vantaggi. Per cominciare le immagini sono immediatamente visualizzabili, sono collegate a un  software  in grado di migliorarne la nitidezza, si possono inviare per via digitale ai consulenti, professionisti ed agli stessi pazienti,  permettono una semplice ed affidabile gestione dell’esame e la sua archiviazione,  ridotta esposizione del personale ai raggi X,  non necessita di manipolazione di sostanze chimiche, e altro ancora.Allo stato attuale dell’arte dei sistemi digitali, la qualità dell’immagine è di gran lunga superiore rispetto a quella dei sistemi tradizionali basati su pellicola. Le ultime innovazioni hanno visto anche l’aggiunta della tecnologia 3D ai normali dispositivi digitali panoramici

L’ortopantomografia fornisce informazioni molto utili per:

  • Valutazione dello stato del  cavo  orale prima di un trattamento odontoiatrico.
  • Diagnosi e pianificazione del trattamento di malattie dentali.
  • Valutazione dello stato della dentizione nei soggetti in età di sviluppo.
  • Valutazione ortodontica  pre e post operatoria.
  • Valutazione di carie  interdentali, carie recidive, granulomi.
  • Evidenziazione di eventuali   malformazioni dentarie o denti inclusi.
  • Ricerca di lesioni ossee,  infiammatorie, cistiche a carico degli alveoli e delle strutture ossee      circostanti.
  • Valutazione dei seni paranasali
  • Valutazione della  articolazione temporo-mandibolare

Inoltre, proprio per garantire la sicurezza dei pazienti, da anni la normativa impone agli odontoiatri abilitati costanti controlli delle proprie apparecchiature e per alcune tipologie di pazienti l’uso di strumenti di protezione idonei.”.

NEW DENTAL SRL

More