Notizie utili

La sedazione cosciente

La sedazione cosciente

E’ una semplice tecnica che consente al paziente ed al dentista di vivere con serenità le cure odontoiatriche.La tecnica funziona con una miscela ad alto contenuto di ossigeno e protossido d’azoto, che grazie ai suoi effetti ansiolitici, sedativi, miorilassanti e analgesici libera il paziente, da stress, ansia o paura.Si usa in svariate operazioni  in igiene per desensibilizzare la mucosa orale, evitando fastidi di anestesia locale che rimane la maggior fonte di ansia per il paziente, nella presa delle impronte eliminando o diminuendo drasticamente il riflesso emetico,nella chirurgia sedandolo lo si rende sereno, soddisfatto e collaborativo trasmettendo anche una percezione contratta del tempo trascorso.Premettendo che la Sedazione Cosciente Inalatoria é potenzialmente utile a tutti, le categorie maggiormente indicate sono: bambini ( pazienti meno collaborativi è più spaventati, ma anche i più facili da sedare), pazienti di sesso femminile accettano più facilmente di sottoporsi alla sedazione cosciente e godono maggiormente dei suoi benefici, pazienti a rischio/anziani: sedandoli preveniamo tutte quelle complicazioni che potrebbero insorgere a causa di un accumulo di stress… Lipotimie, Crisi epilettiche, crisi iperglicemiche, fino emergenze ben più gravi… Ansiosi/fobici: sono i pazienti che più necessitano della sedazione ma anche i più restii e difficili da sedare senza una adeguata formazione.

More

invisalign

“Tutti amano un bel sorriso nuovo, ma molti vi rinunciano a causa della scomodità e dell’anti-esteticità dell’apparecchiatura ortodontica. Negli anni abbiamo provato diverse soluzioni, attacchi di ceramica e apparecchiature linguali, senza però raggiungere il comfort e invisibilità soddisfacenti. Per questo appena è stato possibile utilizzarlo in Italia, sono cominciati i primi trattamenti con gli allineatori invisibili Invisalign.

La terapia ortodontica con invisalign è una trattamento che consente di allineare i denti e correggere le malocclusioni con un apparecchio removibile anzichè con il classico apparecchio fisso.

A causa delle sempre maggiori richieste estetiche dei pazienti, è stata sviluppata in USA a inizio degli anni 2000 una tecnica che consente di spostare i denti con delle mascherine personalizzate, removibili  e trasparenti.
Il processo consiste nell’inviare alla sede invisalign le impronte della bocca del paziente e le foto. Le impronte verranno scansionate e si creerà una simulazione a computer della bocca del paziente. Questa simulazione viene inviata all’ortodontista che esegue tutti gli spostamenti necessari. Invisalign produrrà quindi gli allineatori sequenziali ovvero una serie di mascherine che spostano progressivamente i denti in modo confortevole,semplice e  vantaggioso esteticamente cosi da evitare apparecchiature fisse.
Il paziente si sottoporrà a dei controlli ortodontici periodici dove l’ ortodontista potrà controllare come procede la terapia.
È anche possibile visualizzare tramite computer una simulazione dello spostamento dei denti nel corso della terapia (clincheck) e condividere con l ‘ortodontista i propri dubbi e desideri.
Invisalign consente di aver numerosi vantaggi: estetica,  facilità nell igiene orale, nessun cambiamento delle abitudini alimentari, nessun distacco di brackets o archi, comfort, nessun rischio di allergie.
Presso lo studio è disponibile un ortodontista certificato invisalign Platinum Provider (ovvero che ha maturato una esperienza molto approfondita nel corso degli anni con la tecnica).
Invisalign ha un brevetto che protegge il software clinckech e il materiale con cui sono fatti gli aligner.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi del’apparecchiatura Invisalign rispetto ai tradizionali “ferrettini” di metallo?

Il successo di questa nuova apparecchiatura rispetto a quella tradizionale fissa è legata a diversi fattori.

— L’estetica. Le mascherine Invisalign sono nella stragrande maggioranza dei casi veramente invisibili e negli altri casi sono almeno molto poco visibili.

— L’igiene orale. La pulizia dei denti è difficile da eseguire con i ferretti attaccati ai denti, mentre con le mascherine Invisalign il problema non si pone, visto che i denti vengono lavati dopo aver rimosso le stesse.

— Nessun cambiamento nelle abitudini alimentari. Visto che a tavola le mascherine vengono rimosse per masticare, non esistono come per la fissa dei cibi da evitare durante il trattamento.

— Assenza di emergenze. Non vi è il rischio che si stacchi o si rompa o punga qualcosa come con la fissa.

— E’ rimovibile. Questo vuol dire che se una volta ogni tanto vi è un avvenimento in cui ci si sente più a proprio agio senza, si può togliere e poi riprendere a portarla.

Di contro si sente dire che però Invisalign è cara e che il trattamento è più lento rispetto a quello con la fissa. Nella nostra  esperienza la durata è similare e per quanto riguarda il costo  è inferiore rispetto a quello dell’apparecchio fisso.

Il mio punto di vista è che l’unico vero svantaggio di Invisalign stia nel fatto che l’apparecchiatura sia rimovibile e venga messa e tolta a discrezione dal paziente. L’indicazione è di portarla sempre e di toglierla solo per mangiare e per lavarsi i denti per un totale di 20-22 ore al giorno. Sgarrare ogni tanto una serata ci sta e non crea problemi al trattamento, ma se sistematicamente viene portata meno del previsto, non potrà funzionare.

Invisalign e’ disponibile pr adulti ma anche per adolescenti.
Prenota una visita  Presso lo studio per valutare come è possibile procedere.
More

Come eliminare le macchie sui denti!!

Come eliminare le macchie sui denti!!

Perchè si formano?

Esistono moltissimi tipi di macchie sui denti. Possiamo identificarle in base al colore e alla causa che le hanno provocate. Tra le cause più comuni annoveriamo quelle color nerastro e marrone scuro provocate dalla carie che “mangiando” lo smalto e la dentina, man mano che penetra in profondità del dente, provoca una colorazione che è più scura procedendo verso il centro del dente. Un’altra causa molto frequente è il depositarsi di nicotina sulla superficie dei denti (sopratutto per chi fuma il sigaro) con una colorazione fortemente giallastra o marrone scuro. Anche l’assunzione in alte dosi di cibi e bevande colorate (caffè, tè, etc) provocano una colorazione giallastra. Naturalmente la cattiva o insufficiente igiene orale non fanno altro che peggiorare la situazione con la deposizione di tartaro. La fluorosi (malattia del fluoro) ovvero la mancanza oppure l’eccesso di fluoro determina una colorazione dei denti (caratteristiche sono le cosiddette “macchie gessose” di colore biancastro o marroncino chiaro). Cause iatrogene invece sono quelle dovute alle cure canalari in cui il dente privo di polpa e di vitalità (si dice che il dente “è morto”) per cui progressivamente la superficie si scurisce e quelle provocate dall’assunzione di particolari antibiotici (soprattutto le tetracicline) durante la fase dello sviluppo oppure durante la gravidanza con passaggio di molecole di antibiotico dalla madre al feto. Altre cause iatrogene sono riconducibili a vecchi restauri protesici (capsule e ponti) e alle otturazioni in amalgama (che rilasciano metalli pesanti e che vanno a “tatuare” in maniera permanente smalto del dente e gengive vicine). Infine l’uso eccessivo di colluttori contenenti alti dosi di clorexidina (oltre lo 0,12%) possono causare colorazioni sui denti e sulla lingua.

Come rimediare?

Il tipo di trattamento da intraprendere dipende dalla causa che ha determinato il problema, dalla quantità di superficie interessata e dalla profondità ove si localizza la macchia. Se il problema è superficiale e semplicemente dovuto al depositarsi di sostanze che non hanno intaccato lo smalto, quindi essenzialmente per una scarsa igiene, allora sarà sufficiente effettuare delle sedute di igiene orale professionale in studio. Se la macchia è causata da una carie ovviamente si dovrà seguire una terapia odontoiatrica restaurativa nell’ambito della conservativa con otturazioni o ricostruzioni. Se invece la causa è profonda e non eliminabile e se le macchie interessano tutta la superficie del dente l’unico modo sarà quello di ricorrere alla protesi con faccette in ceramica oppure capsule in oro – porcellana. Poi l’utilizzo quotidiano di spazzolino abbinato a un dentifricio specifico, l’uso di un collutorio senza clorexidina e del filo interdentale garantiranno una giusta prevenzione e il mantenimento nel tempo dei risultati ottenuti.

new dental

More

Ruolo di genitore, odontoiatra e pediatra nella prevenzione della salute orale dei bambini

Ruolo di genitore, odontoiatra e pediatra nella prevenzione della salute orale dei bambini

Le più frequenti domande dei genitori :

Devo dare il fluoro a mio figlio?

A che età devo cominciare a lavare i suoi denti?

Quale dentifricio è meglio usare?

Spesso trovano risposte discordanti da parte del dentista e pediatra che generano ancora più confusione tra i genitori.

A fare un po’ di chiarezza arrivano le nuove Linee guida per la prevenzione della salute orale in età evolutiva, messe a punto da un gruppo di esperti e approvate a novembre 2013 dal Ministero della Salute, come aggiornamento del testo del 2008 (gli aggiornamenti delle linee guida tendenzialmente vengono aggiornati ogni 4 anni). La novità principale è che viene riconosciuta la maggiore efficacia del fluoro ad azione locale (dentifricio) rispetto a quello somministrato per via sistemica (gocce o pastiglie). Finalmente anche l’Italia si allinea a ciò che all’estero si sa (e si pratica)già da anni, eravamo orami l’unico Paese a consigliare la somministrazione di fluoro per via sistemica. Le principali raccomandazioni per i genitoriillustrate in queste linee guida aggiornate sono:

– I mezzi di fluoroprofilassi maggiormente utilizzati sono quelli per via topica (dentifrici, collutori o gel); questa via di somministrazione, inoltre, è in grado di fornire concentrazioni molto più elevate di fluoro rispetto a quelle contenute, ad esempio, nell’acqua potabile.

Dai 6 mesi ai 6 anni si può usare un dentifricio al fluoro, due volte al giorno e nei primi anni di vita è necessario che il genitore supervisioni la pulizia dei denti dei propri figli. Nei casi di oggettiva difficoltà all’uso del dentifricio e nei soggetti ad alto rischio di carie è consigliato abbinare, solo dopo prescrizione del pediatra, : da 6 mesi  fluoro in gocce o pastiglie. Dopo i 6 anni la fluoroprofilassi viene effettuata attraverso l’uso di un dentifricio contenente una maggiore quantità di  fluoro, 2 volte al giorno. Esiste, inoltre, forte evidenza che l’eccessivo consumo di fluoro fino a 5/6 anni di età è associato ad un incremento del rischio di fluorosi. E’, quindi, consigliabile un’accurata supervisione della quantità di dentifricio fluorato somministrato al bambino nei primi anni di vita da parte del genitore  per ridurre al minimo il rischio di fluorosi.

– Fare attenzione all’alimentazione: Un’assunzione superiore alle quattro volte al giorno di zuccheri (addizionati ad alimenti come dolciumi, bibite, biscotti, torte, succhi di frutta, miele) porta a un aumento del rischio di carie.

– Effettuare la sigillatura dei solchi dei molari permanenti appena erotti (primi molari per es. circa 6 anni) in modo da prevenire l’insorgenza della carie sulle loro superfici occlusali.

– La presenza anche di un solo elemento dentale, deciduo o permanente, cariato, curato o mancante per carie rappresenta un fattore di rischio per l’insorgenza di nuove lesioni cariose.

– L’assunzione di bevande e cibi contenenti carboidrati semplici è sconsigliata fuori dai pasti principali; in particolare, l’uso del succhiotto edulcorato e l’uso non nutrizionale del biberon contenente bevande zuccherine devono essere fortemente sconsigliati.

Nella cura dell’igiene orale dei bambini il pediatra riveste un ruolo fondamentale. Il pediatra deve valutare caso per caso il momento adatto per una visita specialistica per il controllo dell’igiene orale, delle carie, per il controllo della crescita e dell’allineamento dei denti, per altre problematiche del cavo orale e supportare i genitori con utili consigli su come educare i bambini alle manovre di igiene orale regolari e quotidiane sin da piccolini.

new dental

 

 

More

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi