All posts in Notizie utili

La sedazione cosciente

La sedazione cosciente

E’ una semplice tecnica che consente al paziente ed al dentista di vivere con serenità le cure odontoiatriche.La tecnica funziona con una miscela ad alto contenuto di ossigeno e protossido d’azoto, che grazie ai suoi effetti ansiolitici, sedativi, miorilassanti e analgesici libera il paziente, da stress, ansia o paura.Si usa in svariate operazioni  in igiene per desensibilizzare la mucosa orale, evitando fastidi di anestesia locale che rimane la maggior fonte di ansia per il paziente, nella presa delle impronte eliminando o diminuendo drasticamente il riflesso emetico,nella chirurgia sedandolo lo si rende sereno, soddisfatto e collaborativo trasmettendo anche una percezione contratta del tempo trascorso.Premettendo che la Sedazione Cosciente Inalatoria é potenzialmente utile a tutti, le categorie maggiormente indicate sono: bambini ( pazienti meno collaborativi è più spaventati, ma anche i più facili da sedare), pazienti di sesso femminile accettano più facilmente di sottoporsi alla sedazione cosciente e godono maggiormente dei suoi benefici, pazienti a rischio/anziani: sedandoli preveniamo tutte quelle complicazioni che potrebbero insorgere a causa di un accumulo di stress… Lipotimie, Crisi epilettiche, crisi iperglicemiche, fino emergenze ben più gravi… Ansiosi/fobici: sono i pazienti che più necessitano della sedazione ma anche i più restii e difficili da sedare senza una adeguata formazione.

More

Le otturazioni in amalgama!!

Le otturazioni in amalgama!!

L’amalgama dentale è una lega di natura metallica ovvero un insieme di diversi metalli,in particolare mercurio e  argento più piccole percentuali di di rame, stagno, zinco che le conferiscono una maggiore durezza e stabilità. Tutti questi metalli vengono mescolati tra loro cioè si “amalgamano” per creare una lega che sia lavorabile, malleabile e utilizzabile. L’amalgama d’argento è un materiale impiegato fin dal 1800 per le otturazioni e per le ricostruzioni dentarie e ha rappresentato, fino a pochi anni fa, il principale materiale usato in odontoiatria conservativa. E’ una lega metallica facilmente lavorabile quando viene preparata unendo la parte liquida (mercurio) con quella solida (argento, stagno, rame) e una volta posizionata e modellata, indurisce nel giro di qualche ora.

     PREGI E DIFETTI DELL’ AMALGAMA

L’ amalgama è un buon materiale da ricostruzione, valido e duraturo nel tempo, con un costo contenuto ma il problema fondamentale dell’uso dell’amalgama è quello legato alla presenza del mercurio. Vediamo quali danni può provocare il mercurio nel nostro organismo. Il mercurio è un metallo pesante altamente tossico (è secondo per tossicità solo al plutonio che però non esiste in natura) che se ingerito si deposita nei tessuti provocando fenomeni di intossicazione sia a carattere acuto che a carattere cronico a livello di vari organi: nel sistema nervoso, sia centrale che periferico provocando depressione, agitazione, disturbi dell’umore, perdita della memoria, malattie degenerative come la sclerosi a placche, aritmie del cuore, reumatismi articolari, disturbi oculari, danni al sistema gastrointestinale, danni alle ghiandole come il pancreas e le parotidi), etc. In bocca l’amalgama può provocare sapore metallico, senso del gusto alterato, aftosi, sindrome della bocca che brucia e altre alterazioni. Inoltre si possono avere reazioni con altri metalli come l’oro delle protesi.

     ALTRE PROBLEMATICHE LEGATE ALL ‘USO DELL’ AMALGAMA

L’ amalgama, essendo un materiale tossico, deve essere smaltita con particolari avvertenze sia per quanto i residui della fabbricazione che per la rimozione delle vecchie otturazioni per evitare l’ inquinamento dell’ ambiente. Quindi sarebbe auspicabile evitare in futuro l’ uso dell’ amalgama sostituendola con materiali alternativi di ricostruzione (come resine o compositi) che oltre a non provocare intossicazioni sono anche materiali estetici con una resa ottimale di colore del dente. Inoltre bisogna tenere conto che l ‘otturazione in amalgama causa sempre una maggiore perdita di quantità di tessuto dentale rispetto a una otturazione in composito e quindi occorre sacrificare tessuto dentale sano che invece si può risparmiare con una otturazione di tipo adesivo.

 

 new dental

More

Unisalute,la prima compagnia ad occuparsi solo della salute!

Unisalute,la prima compagnia ad occuparsi solo della salute!

Il Gruppo UNISALUTE / FONDO EST – Primario gruppo assicurativo-finanziario nel panorama italiano. All’interno del gruppo, UniSalute si occupa esclusivamente delle polizze sanitarie, con lo scopo di fornire piani sanitari a prezzi competitivi e con un elevato contenuto di servizio al Cliente.Appartengono a questo fondo tutti dipendenti del settore del commercio e terziario(studi professionali,supermercati,commercialisti,assicurazioni,ecc);da poco è nato anche il fondo metasalute,creato per i dipendenti del settore metalmeccanico.Chiedi informazioni presso i nostri studi oppure al tuo datore di lavoro.

More

LE AFTE!!

LE AFTE!!

Le afte e l’aftosi della bocca sono un fastidioso disturbo che possono verificarsi in maniera ricorrente nel corso della vita di ognuno di noi. Le cause non sono ben conosciute anche se molte condizioni le possono scatenare. Le afte si presentano come lesioni rotonde o ovali di varia dimensione (da pochi millimetri fin oltre il centimetro di diametro).  Le afte sono  sempre  lesioni benigne e non degenerano in forme tumorali. Si risolvono spontaneamente nel giro di pochi giorni o alcune settimane nei casi più gravi (la cosiddetta stomatite aftosica ulcerante). In pratica si tratta di ulcerazioni e abrasioni della gengiva più o meno profonde, molto dolorose e che provocano una forte sensazione di bruciore. Possono essere singole o multiple, localizzate o disseminate per il cavo orale e si localizzano in ogni punto della bocca compresa la lingua. Le afte sono manifestazioni molto fastidiose e possono arrivare a compromettere l’alimentazione del paziente che non riesce più a masticare i cibi ma solo bere bevande fredde. L’afta è sempre molto dolorosa al tatto e determina bruciore. Nel caso della stomatite aftosica generalizzata (detta anche stomatite erpetica con decine di vescicole anche confluenti tra loro) si può avere una compromissione dello stato generale della persona con febbre e linfonodi ingrossati. Esiste anche una varietà in cui la lesione si presenta come una singola afta gigante che può raggiungere il centimetro di diametro.

Quali sono le cause?

L’eziologia dell’aftosi non è stata ancora bene compresa. Sicuramente sono in gioco fattori che coinvolgono il sistema immunitario (o meglio problemi legati a fattori autoimmuni) e spesso le afte si verificano in concomitanza con altre malattie o con altre disfunzioni dell’organismo. E’ osservazione comune che le afte insorgono in tutti i casi di immudeficienza dovute a patologie severe così come durante l’esecuzione della chemioterapia. Oppure dopo stress fisici o psichici o più semplicemente dopo aver mangiato certo cibi (alimenti piccanti, frutta secca, cioccolato, etc). Esiste tutta una seri di malattie o sindromi correlate all’aftosi come la celiachia, la sindrome di Bechet, la malattia di Chron, il lupus volgare, il pemfigo, etc. Spesso l’aftosi è associata a deficit vitaminici come le vitamine del gruppo B e la vitamina E oppure deficit di acido folio e di ferro. Infine le afte conseguono a interventi odontoiatrici come otturazioni debordanti o con spigoli accentuati così come nel caso di protesi sia fisse che mobili: il continuo traumatismo che ne consegue determina uno stato infiammatorio con lo sviluppo di afte. Anche dopo morsicature accidentali si possono sviluppare afte che facilmente si possono infettare con batteri o virus.

Prevenzione e terapia

Nell’ aftosi prevenzione e terapia sono strettamente correlate nel senso che la migliore terapia e senz’altro la prevenzione. Non esiste una terapia medica vera e propria per le afte e quindi i farmaci usati sono solo sintomatici (essenzialmente una combinazione tra corticostroidi e antibiotici da usare sotto forma di spennellature e colluttori). Utili anche i supplementi di vitamina del gruppo B e E. Se l’aftosi fa parte del quadro generale di altre malattie potrà regredire solo se tali patologie verranno curate in maniera soddisfacente. Un buon rimedio naturale contro le afte è costituito dalla propoli e dall’aloe vera. Per quanto riguarda la prevenzione occorre avere una buona igiene orale, mangiare frutta e verdura, evitare il fumo e l’alcool, evitare stress psico fisici e condurre una vita la più sana possibile. Naturalmente vanno rimosse tutte quelle cause di natura odontoiatrica che rappresentano un fattore irritativi cronico delle gengive e della lingua e fare un controllo generale dal dentista almeno una volta all’anno. Ricordiamoci sempre che l’insorgenza delle afte è una sorta di “specchio” del nostro organismo: se non stiamo bene, se abbiamo un malessere anche generale, non ben definito, ecco che insorge l’aftosi. Evitare stress sia fisici che psichici è altresì molto importante: i disordini del sistema immunitario dovuti a problemi ormonali, a problematiche psicologiche e a strapazzi fisici spesso determinano l’insorgenza delle afte soprattutto in maniera cronica.

new dental

More

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi