Notizie utili

Sbiancamento dentale: ridere fa bene alla salute, perché rinunciare?

Sbiancamento dentale: ridere fa bene alla salute, perché rinunciare?

Non solo un luogo comune, da tempo lo riporta anche la scienza: scoppiare in una risata fa bene alla salute, con benefici sia breve che a lungo termine. Sorridere alla vita è più contagioso di qualsiasi raffreddore e starnuto. Se la risata è condivisa, unisce le persone e incrementa felicità e intimità; stimola cambiamenti nel corpo; rinforza il sistema immunitario; aumenta l’energia e le vibrazioni positive; protegge dallo stress. E, cosa più importante di tutte, è una medicina naturale, divertente e senza controindicazioni.

Perché rinunciare a tanti benefici a causa di un sorriso poco curato e denti non perfettamente bianchi?
Un semplice sbiancamento dentale può ridonare ai tuoi denti luce e candore, consentendoti di godere al meglio ogni aspetto delle relazione con gli altri.
Conosciuto anche col nome di bleaching, lo sbiancamento dentale può essere richiesto facilmente al tuo dentista di fiducia. Si tratta di un intervento che vede l’utilizzo di specifiche sostanze sbiancanti contenenti un principio attivo chiamato perossido di idrogeno, che ha la caratteristica di rendere più bianco lo smalto dentale.
Nonostante siano attualmente presenti sul mercato differenti prodotti che annunciano di riportare i denti al loro bianco naturale, nessuno di essi potrà garantire l’eccellenza del risultato proprio come uno sbiancamento professionale, svolto dall’odontoiatra, può fare.

Sbiancamento dentale: prima e dopo

Quali fasi prevede il trattamento?

  • Visita con il dentista
  • Igiene Orale Professionale
  • Rilevazione del colore mediante una scala colori apposita
  • Fotografie intraorali pre trattamento
  • Sbiancamento professionale
  • Rivalutazione del colore

Cosa fare nel post trattamento?

Per mantenere i denti più luminosi, più a lungo si consiglia di smettere di fumare. Importante poi, l’igiene orale: è necessario essere accorti nel pulirsi i denti ed evitare che la placca ristagni e diventi tartaro. Attenzione poi a cibi e bevande che pigmentano i denti come liquirizia, cioccolato, tè, caffè, ma anche alle bevande acide come acqua e limone. L’acido aggredisce lo smalto, rende i denti più sensibili e il rischio che si macchino aumenta. Ultimo, ma non per importanza, consultare sempre il proprio dentista: sarà lui ad indicarvi il modo migliore per procedere e quali accortezze utilizzare, in base allo specifico caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi