Notizie utili

Toronto Bridge la soluzione ideale per la mancanza di denti

Toronto Bridge, la soluzione per chi risulta mancante della totalità o quasi dei denti di un’intera arcata dentale.

In questo articolo scopriremo insieme vantaggi e svantaggi di questa tecnica.

Toronto-bridgeL’origine del termine Toronto bridge o protesi dentale Toronto, nasce da un’estrapolazione delle procedure cliniche e di laboratorio effettuata dal professor George Zarb, sino a poco tempo fa professore e capo del settore protesi dentarie presso la facoltà di odontoiatria dell’Università di Toronto. In realtà, fu un collega, il professor Branemark, a ideare questo sistema innovativo per risolvere il problema dei pazienti edentuli. Quando però provò a diffondere l’idea di protesi fissa Toronto bridge non fu preso in considerazione.

Cos’è?
Per Toronto Bridge, si intende una protesi fissa avvitata su quattro impianti dentali che può andare a sostituire fino a 10-12 denti. Questa tecnica rappresenta la soluzione ideale per la mancanza di denti (mancanza di elementi totale o quasi). Rispetto ad altre tecniche è più economica. Nell’arco di 24/48 ore, con la tecnica di implantologia a carico immediato, è possibile avere dei nuovi denti, grazie a un intervento mini-invasivo rispetto ad altre soluzioni.

Fin dalla sua ideazione, nel 1982, ha portato innumerevoli vantaggi:

– È la soluzione ideale per arcate edentule o comunque con pochissimi denti e può sostituire la dentiera mobile. Essendo saldamente ancorata agli impianti osteointegrati (cioè integrati nell’osso naturale del paziente), il paziente non avrà nessun problema di dislocazione (spostamento) della protesi durante la masticazione.
– È una soluzione più economica rispetto ad altre perché permette di inserire il numero massimo di denti con un numero minimo di impianti.
– È possibile ottenere i denti nuovi nell’arco di 24/48 ore. Questa tecnica si chiama carico immediato, ma è importante sapere che, se gli impianti vengono caricati una volta trascorso il tempo biologico richiesto per una ottimale osteo-integrazione degli stessi, la prognosi è migliore. Se non si desidera ricorrere al carico immediato, subito dopo l’intervento viene fissata una protesi provvisoria e, solo ad osteo-integrazione avvenuta, verrà applicata quella definitiva.
– L’intervento chirurgico è meno invasivo rispetto ad altre soluzioni che richiedono l’inserimento di un maggior numero di impianti.

Svantaggi
Gli svantaggi sono minimi, ma importanti da valutare:
Nei primi momenti dell’applicazione della protesi Toronto bridge, si rileva una difficoltà oggettiva nella pulizia della protesi dentale che si risolverà con il tempo e con una periodica pulizia dal proprio odontoiatra, come accade con i denti naturali, recandosi periodicamente dal proprio igienista dentale.

Domande o dubbi? Contattaci al numero 0371.410692 saremo a tua completa disposizione.
Se hai trovato utile questo articolo condividilo con i tuoi amici.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi